Per il reflusso gastro esofageo esistono rimedi molto efficaci, soprattutto se lo si cura in tempo evitando di renderlo cronico e seguendo semplici consigli che riguardano la dieta e le abitudini quotidiane. Innanzitutto spieghiamo che il reflusso può avere come causa un malfunzionamento del cardias, la valvola che gestisce il flusso tra esofago e stomaco, cioè attraverso cui gli alimenti passano in direzione dello stomaco, si è rilassata e non funziona correttamente, per cui il cibo che dovrebbe andare solo in una direzione in realtà torna indietro verso l’esofago causando bruciori di stomaco, ulcere e vere e proprie lesioni delle pareti dell’esofago. Il perché questo avvenga è da attribuirsi a molteplici fattori: il peso, la gravidanza, il fumo. Se fumate smettete subito, perché la nicotina rilassa il muscolo del cardias. Se siete in cinta cercate di stare attente perché, così come il peso corporeo eccessivo, la pressione sul cardias è molto alta e la sua funzionalità e è rischio.

Dieta reflusso gastroesofageo ricette

Quindi innanzitutto smettete di fumare ed evitate, proporzionalmente all’intensità dei bruciori che sentite, gli alcolici e i superalcolici. Stop anche a bevande gasate, a succhi di frutti a base di succo di agrumi, a caffè e cioccolata, al tè. insomma sembrerebbe davvero difficile tenere a bada il reflusso ma così non è. Per la dieta reflusso gastro esofageo ricette, consigliamo allora di consumare verdure poco irritanti come cavoli, carote, piselli, broccoli, fagiolini e le patate preferibilmente al forno, ogni volta che impiegate dei condimenti fate attenzione alla quantità e preferite l’olio extravergine d’oliva al burro. Per quanto riguarda i latticini, in una dieta reflusso grastroesofageo ricette dobbiamo preferire le carni magre come pollo e tacchino e i pesci cucinati in maniera sana e leggera, al forno e con poco condimento. Vanno bene anche il roastbeef, le uova meglio se bollite ma vanno bene anche al tegamino, i fagioli ma al forno. Per la frutta, la dieta reflusso gastroesofageo ricette permette sicuramente la mela e la banana, in quantità limitate anche fragole, pere, pesche mentre rinunciate a arance, ananas, uva. Un giovamento molto importante è dato dal consumo di papaya che se avviene spesso aiuta ad assorbire le proteine. Arriviamo ai latticini, anche questi da tenere sotto stretta osservazione se nell’ambito di una dieta reflusso gastroesofageo ricette. Vanno bene i formaggi spalmabili e poco acidi, mentre assolutamente da evitare il latte intero e gli yogurt a meno che magri. Moderazione per il consumo di mozzarella e formaggio stagionato.

Inoltre nelle due ore dopo il pasto cercate di non dormire ma fate una leggera passeggiata, evitando però l’attività fisica. Vietati gli indumenti stretti e fascianti.

Comments

comments


arianna calvanese

seo e blogger per passione