Il farro è uno dei cereali più buoni e antichi del mondo insieme all’orzo, coltivato addirittura ancora prima del grano. La sua particolarità è il gusto delicato e ottimo da affiancare a tutto, dalla verdura, carne, pesce qualsiasi cosa può essere accompagnato con il farro. Inoltre, e non meno importante contiene sali minerali, quali fosforo, potassio e magnesio, fondamentali per la salute delle ossa e dei denti. Vitamina A, B2 e B3, che contribuisce a rendere più belli pelle e capelli, altrettanto importante per il nostro metabolismo. Senza dimenticare il fatto che si tratta di un alimento poco calorico, 340 chilocalorie per 100 grammi di prodotto, con un maggior contenuto proteico e a basso indice glicemico, con notevoli proprietà antiossidanti grazie alla presenza di selenio e acido folico.

Si possono distinguere diversi tipi di farro, farro dicocco, o farro medio, quello piccolo o anche detto farro monococco, diffuso molto in Italia. Infine, quello grande o farro spelta, coltivato in altri Paesi europei, quali la Francia. Inoltre il farro si divide in perlato e integrale, quest’ultimo si caratterizza per avere un contenuto di fibre molto più elevato rispetto al primo. Un aiuto importante per chi soffre di stipsi, al fine di favorire il transito intestinale e a proteggere la salute dell’intestino.

Infiniti sono i benefici di questo cereale troppo poco diffuso e utilizzato. Infatti, oltre alle sue proprietà lassative e le poche calorie, che lo rende ottimo per chi vuole perdere peso, è un toccasana per abbassare i livelli di colesterolo LDL e il rischio cardiovascolare. Ridurre il rischio di diabete di tipo 2. Le fibre e gli elementi nutritivi gli permettono di contribuire alla prevenzione d’insulino-resistenza, ischemie e obesità. Contiene la riboflavina, che consente di tenere a bada il mal di testa. Grazie alla fibra insolubile, previene i calcoli biliari. I carboidrati, stimolano il sistema immunitario. L’alto contenuto di ferro rende inoltre questo alimento ideale per chi ha problemi di anemia.

Consigliato persino alle donne in gravidanza per una serie di ottimi motivi, in particolare previene l’ipertensione durante il periodo di gestazione e soprattutto riduce il rischio di diabete gestazionale, che come è noto risulta essere molto pericoloso per mamma e bambino. Il farro in gravidanza è un ottimo alleato contro la stipsi, un problema comune a tutte le donne in questo particolare momento della vita.

Purtroppo il farro non va bene per tutti, in quanto in esso è presente il glutine, dunque controindicato per coloro che soffrono d’intolleranze a questo particolare componente e per i celiaci. Inoltre avendo proprietà lassative, non va bene per chi è soggetto a coliti croniche. L’elevato contenuto di fibre del farro, controindicato in soggetti con problemi intestinali o digestivi.

Il farro risulta essere un alimento completo e facilmente digeribile, il sapore è gradevole e soprattutto semplicissimo da cucinare. Spesso perfetto sostituto del riso durante l’estate e per i piatti più semplici e saporiti. Zuppe, insalate, torte salate, con tutti i tipi di verdure, carne e pesce, anche in bianco con un filo d’olio e il parmigiano è molto gustoso. Si prepara come se fosse pasta e non ha bisogno di essere messo a mollo. Si può consumare sia caldo che freddo, ottimo per tutte le evenienze.

Ottimi suggerimenti per le vostre ricette potete trovarli su turismo.it

Comments

comments