La lenticchia, pianta appartenente alla famiglia delle Fabaceae che per le sue caratteristiche di resistenza e facile adattabilità è diffusa praticamente in tutto il mondo. Da essa provengono le lenticchie, il legume più antico in assoluto, povero, infatti diffuso soprattutto tra le popolazioni meno agiate, ma con valori nutrizionali sorprendenti. Tutto’oggi infatti sono utilizzate in cucina non solo per il gusto ma soprattutto per la loro ricchezza di vitamine A, B1, B2, C, PP, che spesso negli alimenti non si trovano, oltre che sali minerali, quali calcio, potassio, zinco, magnesio e ferro, inoltre povere di grassi ma con tante fibre.

Consigliate dunque per la prevenzione di moltissime malattie come quelle cardiovascolari, sia per il basso contenuto di grassi che per la presenza di fibre e Omega3, ideali per tenere sotto controllo i livelli di colesterolo nel sangue. Consigliato per adulti e bambini, soprattutto per tutti coloro che soffrono d’irregolarità intestinale, in quanto le lenticchie possiedono anche diverse proprietà lassative. Grazie all’alto contenuto di fibre sono un ottimo rimedio naturale contro la stitichezza, favorendo infatti il transito intestinale.

Consigliato non solo agli sportivi per le vitamine e perché ricche di proteine vegetali, migliori sicuramente di quelle animali. Pietanza ideale persino agli anemici e alle donne in gravidanza, sia per l’alto contenuto di ferro che per la presenza di una certa quantità di vitamina B9, il famoso acido folico, elemento fondamentale per lo sviluppo del feto e per il rinnovamento cellulare in generale.

Inoltre, le lenticchie fanno bene per la memoria, contro il diabete perché consentono di tenere sotto controllo gli zuccheri nel sangue e sono un alimento perfetto anche per chi segue diete ipocaloriche, danno tanta energia e pochissime calorie.

Mangiare lenticchie non prevede controindicazioni né provoca intolleranze, anzi sono adatte anche ai soggetti celiaci. La cosa importante è consumarle sempre cotte altrimenti diventano molto difficili da digerire. Solo i soggetti che hanno problemi di colon irritabile, dovrebbero evitarne l’assunzione in quanto è possibile che vadano a infiammare le mucose, meglio evitare anche per coloro che soffrono di gotta e ademi agli arti.

Esistono inoltre tantissime varietà di lenticchie provenienti da molti posti del mondo, soprattutto Canada, ma anche India, Cina e persino Iran. Oggi, anche se in piccola parte, l’Italia ne produce ancora e si contraddistingue soprattutto per qualità. Abbiamo le lenticchie rosse decorticata che poi sarebbe quella più diffusa perché veloce da cucinare e adatta soprattutto per i bambini, quella verde tra cui spicca il nome di Altamura, ma sono diversi i nomi famosi che vantano importanti produzioni, come per esempio Collefiorito, Norcia, le lenticchie di Castelluccio, tra le più rinomate, Roscino ecc.., ognuno dei quali si differenzia per le sue caratteristiche e varietà.

Le proprietà delle lenticchie sono davvero numerose, tra questi anche in fatto che si tratta di un cibo assolutamente economico, facile da digerire e ipocalorico, ma soprattutto altrettanto semplice da cucinare e piace immensamente ai bambini. Basta un po’ di fantasia, infatti è possibile abbinarlo con tantissimi altri cibi per ricette davvero gustose.

Per preparare ottimi piatti a base di lenticchie vi consiglio di consultare ilgiornaledelcibo.it troverete diversi piatti in base alla varietà della lenticchia che volete utilizzare. Provare per credere.

Comments

comments