gravidanza extrauterina cosa fare, quando purtroppo accade…

Una gravidanza extrauterina è un’esperienza molto spiacevole che però può capitare……

Avere una gravidanza extrauterina può essere molto rischioso. Ma prima di spiegare i rischi, spieghiamo cosa è esattamente questo tipo di gravidanza. Bene, l’ovulo, una volta fecondato nell’ovaia o nella tuba, dopo poche ore scende dell’utero dove prende la sua posizione per continuare a crescere in perfetta salute. Quando questo non succede, cioè quando l’ovulo fecondato rimane all’interno della tuba o dell’ovaia, allora siamo nella condizione di gravidanza extrauterina. È una condizione seria perché può portare forti infezioni e gravi disagi.

Nella maggior parte dei casi, comunque, il problema si risolve da solo con un aborto spontaneo. Il corpo riconosce il feto come corpo estraneo e lo rigetta. Questa è la condizione migliore, in caso di gravidanza extrauterina, perché non implica il dover andare sotto i ferri. Infatti, se non si stacca da solo, l’ovulo fecondato va rimosso attraverso un intervento chirurgico, il raschiamento. Si tratta di un intervento che lascia strascichi un po’ dolorosi e si fa in anestesia totale, quindi sempre meglio riuscire ad evitarlo. Se sapete di essere incinta, recatevi al più presto dal vostro ginecologo e lui vi sottoporrà ad esami specifici capaci di farvi conoscere la giusta posizione del feto. Nel caso che il feto non sia al posto giusto, se siete proprio nei primi giorni di gravidanza, allora potete essere curate con una terapia farmacologica mirata, che da sola dovrebbe bastare a far arretrare la infezione e eliminare il problema. Ma se le settimane passate dal concepimento sono dalle 3 alle 5, allora sarà necessario intervenire chirurgicamente.

Comments

comments


arianna calvanese

seo e blogger per passione