Da un’analisi condotta su 340 mila individui di diversa età ed estrazione sociale, è emerso che la percezione delle emozioni è strettamente legata all’età.
A partire dai 50 anni, le persone si focalizzano sulle cose buone della vita come la famiglia e gli amici.
E ciò avviene nonostante il sopraggiungere malattie e degli acciacchi legati all’età avanzata.
Insomma, secondo questa ricerca pubblicata sulla rivista Proceedings of the National Academy of Sciences, i cinquantenni sono più felici ed ottimisti dei ventenni.
A mio modesto avviso, ciò potrebbe essere dovuto al fatto che un cinquantenne si è già costruito la propria vita e quindi deve solo pensare a godersela.
Invece, dai 25 fino ai 35, si è preoccupati per il proprio futuro e per le scelte da prendere che influenzeranno il resto della loro vita.
Ma questa è solo una mia ipotesi….
Sta di fatto che il detto:” la vita comincia a 50 anni sembra proprio essere vero”.
Oggi poi, con tutti i trattamenti estetici che ci sono, molte cinquantenni non hanno nulla da invidiare alle ventenni….

Comments

comments


arianna calvanese

seo e blogger per passione