Cari lettori,

perdonatemi per questo articolo fuori tema, ma le rivelazioni fatte dal sito Wikileaks hanno cambiato per sempre non solo le sorti delle relazioni diplomatiche internazionali, ma anche il mondo del web.

Non metto in dubbio che Wikileaks abbia infranto le regole della legalità, ma mi chiedo se la vera informazione non sia proprio questa.

In fondo  le informazioni tratte dai files di Wikileaks se pur segrete, sono pur sempre vere.

Intendiamoci, dicendo questo non sto giustificando la fuga di notizie di Wikileaks ma voglio soltanto sottolineare il fatto che oggi internet è uno dei pochi mezzi di comunicazione realmente indipendente.

Eppure, poiché le rivelazioni fatte da Wikileaks avranno ripercussioni mondiali non soltanto sulla diplomazia internazionale ma anche sulle borse, mi chiedo se da domani in poi il mondo del web sarà penalizzato con eventuali censure.

Ciò potrebbe accadere per evitare che situazioni del genere possano verificarsi nuovamente.

Questo sarebbe l’inizio della fine di un Mondo libero e della libera informazione.

Perché non è detto che le informazioni scomode non debbano essere pubblicate per non pestare i piedi a nessuno.

Anzi, forse se ci fosse più trasparenza ci sarebbe una maggiore fiducia nei confronti degli Stati che ci governano.

Comunque sia, mi auguro che la vicenda di Wikileaks non sia presa come l’ennesima scusa per tentare di tappare la voce al popolo del Web.

Comments

comments

Categorie: editoriale

arianna calvanese

seo e blogger per passione

1 commento

mark · Novembre 29, 2010 alle 11:04 pm

Ho avuto anch’io questa sensazione…e comunque non riesco a definire con chiarezza l’evento….Assage come una sorta di Bin Laden del Web…non vorrei che bombardassero a modo “loro” anche questo spazio

I commenti sono chiusi.