Il dottor Pierre Dukan è un medico francese famoso per avere fatto dimagrire più di due milioni di francesi e 13 milioni di persone in tutto il mondo. Con una dieta rivoluzionaria che ha anche mosso molte critiche contro di lui e il suo metodo. Cosa avrà di così speciale questa nuova ed efficiente dieta famosa ormai ovunque? Il vero segreto sono in realtà l’assunzione di proteine pure, consigliando nel dettaglio tutti cibi e le modalità seguendo 4 differenti fasi. Con l’obiettivo di far si che la singola persona possa prima di tutti vedere risultati nell’immediato per essere motivata fino a raggiungere il peso ideale e mantenerlo.

 

Nella prima fase, quella che viene considerata la più aggressiva, comprende l’assunzione solo di carne, uova pesce e derivati, escludendo assolutamente i carboidrati e zuccheri di ogni tipo, compresa frutta e verdura. Il fine è di dare un vero e proprio scossone al metabolismo, stimolando la perdita di peso immediata. In media secondo il dottore questa è la fase più breve che varia dai 2 ai 5 giorni in base al peso che si vuole perdere. Il massimo in questo caso è di 3-5 kg. La fase immediatamente successiva invece è chiamata di crociera, in cui il regime di proteine pure viene alternato, introducendo a giorni alterni le verdure, sia crude che cotte. La durata varia, terminando al raggiungimento del peso ideale. L’indicazione è almeno una settimana per ogni chilo da perdere. Dopo, la fase di consolidamento o transizione, in cui vengono reintrodotti i vari alimenti, la durata è di 10 giorni per ogni chilo perso. In questo caso sono consentiti frutta, formaggio e qualche fetta di pane integrale. Con la condizione di fare un solo giorno di proteine pure e uno in cui è previsto un pasto completo, mangiando ciò che più ci piace. Infine, la stabilizzazione, in cui è previsto un giorno a settimana di proteine pure, e ben due pasti completi. Ovviamente tutto questo è importantissimo bere sempre tanto e fare un po’ di attività fisica, almeno una camminata veloce, anche 30 minuti al giorno.

 

Soprattutto nelle prime due fasi, è concesso la totale libertà nelle dosi e non solo, anche a qualunque ora del giorno. Il motto è dimagrire mangiando, neutralizzando la fame.

Questa diete ipocalorica è stata molto criticata perché considerata sbilanciata, addirittura alcuni nutrizionisti l’hanno definita pericolosa, soprattutto in quanto seguita in totale autonomia. Inverosimilmente funziona, perché i risultati si vedono immediatamente, questo è innegabile, ma ci sono anche dei contro.

In genere infatti, seguendo un regime alimentare così drastico è normale che vi siano alcune persone che si sentano stanche, indebolite e debilitate tanto da creare stati di malessere generale insostenibili. Un altro aspetto da non sottovalutare è la stipsi, essendo povera di fibre chiaramente l’acqua non risulta essere sempre sufficiente a compensare la mancanza di queste sostanze. Così nei casi estremi alcuni devono addirittura assumere dei lassativi che non sono proprio la soluzione migliore. La probabilità di riacquistare il peso perduto velocemente accomuna però un po’ tutte le diete, da questo punto di vista dipende dalla persona.

Le critiche mosse al dottore vengono soprattutto dalla scienza, ma ancora non si capisce se la vera preoccupazione sia la salute delle persone oppure il successo e la fama che il medico francese ha avuto e possiede tutt’ora.

Per avere qualche informazione in più su diete e proteine potete consultare lastampa.it

Comments

comments