Per chi ha qualche chilo in più il desiderio è sempre quello di perdere peso magari farlo in tempi rapidi e senza neanche troppi sforzi. Spesso la cosa che viene fatta è seguire un regime alimentare fai da te o consultare i social dove la scelta risulta essere davvero molto ampia. Tutti pronti per consigliarti come essere in forma in poche settimane. Avete mai riflettuto sulle conseguenze che queste diete lampo possano avere sull’organismo?

Da qualche tempo si parla ad esempio di dieta lemme, in molti si chiedono di cosa effettivamente si tratti e se funzioni davvero visto il grande clamore che sta suscitando. Ideata da un farmacista da cui essa prende il nome, si basa principalmente sull’assunzione di proteine e carboidrati escludendo categoricamente dolci e sale, che onestamente non è male.

Suggerimenti chiave, il rispetto degli orari dei pasti allo stesso tempo nessun limite di quantità ma niente frutta e verdura. UN regime alimentare apparentemente molto anomalo, visto che la sua particolarità riguarda il consumo di carboidrati la mattina. Infatti, la pasta è ammessa a colazione, addirittura in quantità illimitate. La tesi dell’ideatore è che l’organismo brucia molto più velocemente in questo momento della giornata. Alimenti preferibilmente da consumare sono carne e pesce. Un’altra regola importante, a parte quella di eliminare il pane, nella stessa giornata è sconsigliato abbinare cibi proteici e carboidrati, privilegiando soprattutto le proteine.

Ciliegina sulla torta, gli alimenti elencati possono essere cucinati persino come fritture. Inoltre, l’unico al mondo che dichiara inutile l’attività fisica durante la dieta. Si divide in due fasi, la prima di dimagrimento e quella successiva di mantenimento della durata di 3 mesi circa. La promessa è la perdita di almeno 10 kg in un mese.
Alcuni aspetti di questa dieta possono essere considerati veritieri, come ad esempio quello di rispettare gli orari, altri invece sono certamente contestabili. E’ vero anche che sono molte persone che hanno avuto ottimi risultati seguendo questo tipo di regime alimentare.

Attenzione però, perché in questa come in tante altre diete con regimi alimentari così drastici e particolari, portano spesso a delle conseguenze. Prima di tutto la carenza di vitamine che comporta la totale assenza di verdure e frutta, essenziali ancora di più per mantenere un’adeguata flora batteria intestinale e di conseguenza la salute del nostro intestino, fegato, reni e dell’intero organismo.

L’altro aspetto da non sottovalutare, la perdita troppo improvvisa di molti chili e come noto non risulta essere mai un toccasana. I problemi possono essere seri e ripercuotersi persino sulla nostra salute, colpendo ad esempio la tiroide, una ghiandola importantissima responsabile anche del metabolismo.

La regola generale per chi vuole perdere qualche chilo è di seguire una dieta equilibrata e fare attività fisica, meglio evitare le diete lampo o fai da te. Sicuramente ridurre gli zuccheri e il cibo spazzatura è già un grande traguardo. Nel caso siete sovrappeso o addirittura soffrite di obesità, uno specialista è quello che ci vuole, che vi possa seguire in maniera adeguata e sostenervi, indicando un’alimentazione mirata alle vostre esigenze.

Ricordate che dall’alimentazione dipende la nostra salute non solo fisica ma anche psicologica. Quindi pasti regolari e soprattutto sani, la dieta deve essere varia e le porzioni adeguate. La seconda cosa, consultare un medico se mirate a obbiettivi importanti e soprattutto non abbiate fretta di perdere peso anche perché in questo caso riprendere i chili persi è un attimo.

Le donne in gravidanza non devono pensare a dimagrire in un momento così delicato, mantenersi in forma va bene ma assolutamente sono bandite diete come quella di lemme. La stessa cosa vale per i ragazzi in crescita e adolescenti che più di tutti necessitano di una dieta sana, equilibrata e soprattutto varia.

Per approfondimenti potete consultare stile.it

Comments

comments