La depressione è un male meno oscuro di quanto possa sembrare.

Se analizziamo bene noi stessi, scopriremo che alla base della depressione c’è quasi sempre un senso di disagio.

Ci sono delle situazioni in cui tutti noi ci sentiamo come un pesce fuor d’acqua. Se queste situazioni superano quelle in cui ci sentiamo a nostro agio con noi stessi e con la società, allora arriva la depressione.

Tutti noi sappiamo che dovremmo vivere per realizzare noi stessi e non le aspettative degli altri, ma fra il dire ed il fare c’è di mezzo il mare.

La verità è che per quanto si possa essere sicuri di se stessi, si ha sempre bisogno di conferme dal mondo esterno.

Quando queste, per un motivo o per un altro non arrivano, ecco che scatta la depressione.

Pensateci bene: uno dei sintomi più frequenti della depressione consiste nel vedere tutto nero, nell’essere certi di vivere in una realtà dolorosa che non si può cambiare.

Una persona sicura di se stessa, dei propri mezzi e del suo successo sociale, difficilmente cadrà in depressione.

Ecco perché, ad esempio, le star che diventano meteore cadono quasi sempre in depressione.

Individuare una delle maggiori cause scatenanti della depressione è già un passo avanti, ma il problema vero è come uscirne.

Se ci pensiamo bene, capiremo che un periodo di depressione passa sempre grazie ad un soggetto esterno che in qualche modo rivoluziona la nostra vita ridandoci la fiducia in noi stessi.

Per questo motivo, quando si è depressi (anche se non si ha alcuna voglia) bisogna cercare di frequentare quante più persone possibili, perché magari proprio grazie all’input di una di queste riusciremo a superare il nostro periodo buio.

Comments

comments

Categorie: cure naturali

arianna calvanese

seo e blogger per passione