dieta maschile

dieta maschile

Inserisco la mia voce di maschietto nella questione. Ho avuto piu’
volte a che fare con le diete, nonostante il mio BMI sia di circa 23.
Essendo stato fino a non molto tempo fa judoka agonista, dovevo
confrontarmi quotidianamente con i limiti di peso delle varie
categorie e con le diete ho convissuto per anni. Anche adesso che non
pratico piu’, i numerosi infortuni alle caviglie impongono che per non
soffrire troppo dopo le mie partite a calcetto il mio peso non debba
superare i 72 kg.
Ora, diro una banalita’, ma l’unico modo per fare una dieta senza
sviluppare tendenze suicide e’ quello di alzarsi sazi da tavola. 50
grammi di pasta, una bistecchina monomolecolare, un quarto di panino e
un frutto *NON* saziano neanche un bambino di 2 anni. L’unico sistema
e’ mangiare verdure, cotte o crude *a tonnellate* e frutta non
particolarmente zuccherina *a quintali*. Per dare una misura delle
dosi, quando faccio l’insalata mista, io metto in tavola, solo per me,
mezza lattuga, un finocchio, un mazzetto di rapanelli, due o tre
pomodori, una zucchina, un cetriolo, un paio di carote e tre o quattro
coste di sedano. Ne viene una terrina strapiena.
Le regole che seguo io sono queste, le ho sottoposte al mio medico
sportivo e non ha eccepito niente, sebbene sia un regolamento
“casalingo” e magari un dietologo avrebbe da eccepire.
1) la verdura cruda (o bollita) la condisco con al piu’ 20 gr d’olio.
Per realizzare un condimento abbastanza denso che leghi le verdure
insieme all’olio emulsiono energicamente sale, aceto (poco),
worchester e senape. Se non e’ sufficiente lo allungo con un po’
d’acqua
2) Per la verdura saltata in padella uso il burro, che e’ meno
energetico dell’olio (750 contro 900 Kcal/etto)
3) i carboidrati, anche pochi, devono esserci *sempre*
4) Al piatto di verdura aggiungo *un solo* altro piatto per pasto,
facendo attenzione che non superi le 500 Kcal compreso il pane
d’accompagnamento, che non deve mancare mai, salvo che si mangi la
pasta:
a) pasta: se la base del sugo si fa al pomodoro con un
soffritto con max un cucchiaio d’olio, se ne puo’ calare anche
un etto.
b) carne bollita condita eventualmente con un cucchiaio
d’olio, fino a 150 gr, con mezzo panino
c) carne alla piastra o alla griglia, senza grassi (che e’
anche buonissima) fino a 200 gr, con mezzo panino
d) formaggio, max 100 gr. senza pane; o 50 gr. con mezzo
panino (un po’ triste, a dire il vero: io evito, essendo un
formaggiaro ;-))
e) fino a tre uova, con il solito mezzo panino
f) pesce alla piastra o bollito fino a 200 gr con mezzo panino
g) polpi, seppie, totani e calamari fino a 300 gr conditi con
un cucchiaio d’olio e mezzo panino.
5) Questi “secondi piatti” li faccio a turno, in modo da avere una
dieta variata al massimo e non impoverirmi delle sostanze peculiari di
ogni cibo
6) Se ce la faccio ad ingurgitare altro (difficile!) mangio frutta
fino a sazietà’, evitando banane e uva
7) Azzeramento sistematico di ogni spuntino fuori pasto, se mi vien
fame a meta’ mattina o a meta’ pomeriggio, mi mangio un frutto o della
verdura cruda, tipo carote o peperoni o zucchine
8) Azzeramento tassativo degli alcolici, soprattutto birra e
superalcolici, con l’esclusione di un bicchiere di vino a pasto
9) Azzeramento *stratassativo* di dolci, a meno di considerarli un
secondo piatto e seguire la regola delle 500 Kcal
10) Non rinuncio al mio solito mezzo cucchiaino di zucchero nei miei
caffe’
11) Smettere di seguire IHC ;-))))))))

Con queste regole si introducono, molto spanno metricamente, 1200/1500
Kcal/giorno. E’ un sistema che uso anche ora che non faccio
praticamente più’ attività’ fisica e funziona egregiamente. Tenete
presente che un kilo di grasso corporeo equivale a 7000 Kcal. Quindi
una donna che abbia un normale metabolismo di 2100 Kcal/giorno, puo’
perdere *al massimo* 1 kg ogni 10 giorni. Un uomo perde invece un kg a
settimana. (Ecchevvidevodi’, l’omo ci ha il metabolismo piu’ alto :-))
Le diete che promettono di perdere piu’ di un chilo a settimana sono
sostanzialmente diuretiche e quindi sono una mezza truffa, perche’ i
liquidi si va in frettissima a recuperarli :-(
Il nostro fisico scinde molto lentamente il grasso corporeo, e, se
abbiamo finito le scorte in circolo, puo’ capitare che si scindano le
proteine dei muscoli, il che non deve succedere per nessun motivo,
soprattutto se non si fa nessuna attività’ sportiva; ecco perché’ non
devono mai mancare i carboidrati, che sono una scorta di energia di
pronto utilizzo.

L’ideale sarebbe abbinare alla dieta un po’ di moto, che so, anche una
corsettina di un quarto d’ora al giorno.

Con questo mio sistema ho smaltito al max 5 o 6 kg. Se se ne devono
smaltire di piu’, non saprei dire se va bene oppure no.

Comments

comments


arianna calvanese

seo e blogger per passione

2 commenti

luca · Novembre 24, 2010 alle 11:12 pm

ciao volevo correggerti :) ma un chilo di grasso corporeo corrispondono a 7000kcal e non 9000kcal.

chiaramarina · Novembre 27, 2010 alle 1:09 pm

Grazie luca :) io cerco sempre di non correggere le lettere dei lettori ma, in questo caso, la correzione (che a dire la verità mi era sfuggita) è d’obbligo:).

I commenti sono chiusi.