La vitamina d per le sue caratteristiche può essere classificata come un ormone, che viene in parte prodotto dal nostro stesso organismo, grazie all’azione del sole sulla pelle e assorbito attraverso i alcuni cibi. Quante volte abbiamo sentito elogiare l’importanza di questa componente per il benessere fisico e psicologico di adulti e ancora di più dei bambini. Questo in quanto si tratta di un elemento fondamentale per la crescita e il modellamento osseo di scheletro e denti. Essenziale per la regolazione del metabolismo, dei livelli di calcio e fosforo, non solo nelle ossa ma anche nel sangue, inoltre interviene regolandone l’assorbimento intestinale. Soprattutto in fase di crescita, mentre per gli adulti è essenziale al fine di conservare in maniera ottimale il corpo oltre che la mente. Essa infatti non è esclusa dai benefici della vitamina D, visto che la sua carenza può essere una delle cause scatenanti di alcune delle malattie dell’umore, come la depressione. In quanto stimola la produzione di serotonina, l’ormone della felicità. Quindi in assenza di un adeguato apporto di vitamina D, l’organismo reagisce con umore basso e stanchezza fino a vere e proprie forme di depressione. Altre conseguenze possono essere artrosi, dolori e fragilità alle ossa e muscoli, debolezza, stanchezza ecc. . La carenza può persino portare problemi cardiaci, asma nei bambini, diabete, disturbi cognitivi negli anziani, come la demenza senile e sclerosi multipla. Pressione alta, cancro e malattie paradentale.

I sintomi tipici collegati alla carenza di vitamina D nell’organismo non sono così immediati. Generalmente si manifestano anche con sonno agitato, crampi muscolari, stanchezza generale. Incapacità di concentrazione, mal di testa, stitichezza o diarrea e problemi alla vescica, anche il sovrappeso può essere legata alla mancanza di vitamina D.

La vitamina D è fondamentale per i più piccoli, in quanto oltre a una crescita corretta, previene l’insorgenza di una malattia grave nei bambini. Si tratta del rachitismo infantile, concretamente lo scheletro ha difficoltà a svilupparsi come dovrebbe, in quante le ossa non sono ben mineralizzate. Questo provoca una fragile consistenza delle ossa craniche, l’incurvarsi delle gambe e soprattutto della colonna vertebrale, compromettendo la crescita del piccolo. Inoltre, previene stati tumorali e aiuta l’organismo ad assorbire la vitamina A.

Sono davvero tantissimi tra grandi e piccini, coloro i quali soffrono di una mancanza di questa vitamina o anche detta ipovitaminosi D. Le cause principali sono date dallo stato generale di salute, in concomitanza con l’alimentazione e le condizioni ambientali in cui la persona cresce e vive. Come per esempio l’esposizione alla luce solare, il clima e l’aria. Infatti, le popolazioni del nord Europa, sono quelle che manifestano in percentuale maggiore patologie legate alla carenza di vitamina D, proprio per condizioni climatiche.

Allo stesso modo le conseguenze possono essere altrettanto gravi, nel caso in cui l’assunzione di vitamina D sia eccessiva, divenendo tossica per l’organismo. Il corpo risponde con alcuni precisi sintomi, quali diarrea, vomito, perdita dell’appetito, mal di testa, debolezza e contrazioni muscolari. Con la possibilità concreta di calcoli renali, in caso di mineralizzazione dei tessuti non ossei. Al contrario l’ipercalcemia, con l’indurimento dei vasi sanguigni nel cuore e nei polmoni.

Quindi essendo la vitamina D un elemento così importante è necessario fare attenzione prima di tutto all’alimentazione. Cercando di privilegiare cibi che ne contengono in percentuale maggiore o che ne favoriscono l’assorbimento. Come il latte, il burro, la carne, il fegato, le uova, pesce quale tonno, salmone, sgombri, trota, pesce spada. In generale gli alimenti di origine animale, comprese le carni bianche come pollo e tacchino. Inoltre, cereali e verdure verdi ne sono ugualmente ricchi, oltre alle arance. Attenzione al caffè bevuto subito dopo i pasti, tende a ostacolare l’assorbimento del calcio e quindi anche della vitamina D.

Mangiar sano è la prima regola per la prevenzione di un infinità di malattie molto diverse. Insieme a un’adeguata esposizione al sole, sono le regole fondamentali per rafforzare ossa e muscoli, questo vale a maggior ragione per i più piccoli in modo da garantirgli la giusta crescita e prevenire patologie gravi. Ricordate che non bisogna mai eccedere neanche quando si tratta di vitamine. In casi estremi esistono anche degli integratori studiati per aiutare coloro i quali per motivi diversi hanno bisogno di un maggior apporto di vitamine e sali minerali.

Per approfondimenti potete consultare donnamoderna.com

Comments

comments