Cibi antireflusso. Ecco come sceglierli.

Cibi antireflusso

Se soffrite di reflusso gastroesofageo saprete sicuramente che si tratta di fenomeno per cui si verifica un ritorno di succhi gastrici dall’esofago, che risalendo in su non solo danno un grande fastidio perché provocano un grande senso di bruciore ma provocano anche danni ai tessuti che non sono assolutamente attrezzati per entrare in contatto con tali sostanze acide e corrosive. Il reflusso gastroesofageo, se portato avanti, se non curato può causare pertanto gravissimi danni alle mucose che rivestono i tessuti e comunque influenzano in maniera negativa la nostra vita quotidiana, ne riducono ampiamente la piacevolezza.

Innanzitutto, una volta che avete appurato o comunque sospettate di soffrire di questo problema, non aspettate a mettervi a dieta: potrete certamente migliorare la qualità della vostra vita e ridurre i fastidiosi bruciori. La dieta è sicuramente il rimedio dei rimedi contro il reflusso perché permette di eliminare quei cibi che danno maggiore fastidio allo stomaco che secerne i succhi gastrici per la digestione degli stessi. Se ingeriamo cibi più semplici e meno irritanti per le mucose avremo aiutato il nostro organismo a nutrirsi senza danneggiarsi alo stesso tempo.

La dieta si associa, come sempre in tutti i regimi alimentari, ad un minimo di movimento, come una semplice passeggiata dopo il pasto principale, il pranzo. Infatti sembrerebbe che la posizione orizzontale stimola il reflusso, mentre il movimento fisico stimola una corretta digestione. Quindi cercate di evitare la pennichella dopo pranzo.

Quali son quindi i cibi antireflusso? Sicuramente da evitare i cibi piccanti e quelli fritti. Inoltre l’alcool e il fumo nonché il caffè. Si aggiungono, nella lista nera dei cibi vietati a chi soffre di reflusso gastroesofageo, anche i pomodori e gli agrumi, che sono alimenti acidi. Cosa invece potete o comunque dovete mangiare per aiutare il vostro stomaco? Tra i cibi antireflusso compaiono sicuramente la frutta non acida come le mele e le banane, mentre pesca, uva, lampone e fragole sono ritenuti a rischio medio, quindi li potete mangiare ma senza esagerare. Tra le bevande, per i cibi antireflusso, la regina è sempre l’acqua minerale, e ciò esclude alcolici, superalcolici e vino, mentre birra e aperitivi analcolici si possono bere con moderazione. Tra i latticini, i meno pericolosi sono i formaggi spalmabili, la feta, il formaggio di capra e quello di soia mentre leggermente più acidi e quindi meno indicati sarebbero lo yogurt, la mozzarella, il latte scremato e quello parzialmente scremato e i formaggi a pasta dura. Per quanto riguarda le carni, tra i cibi antireflusso troviamo, secondo gli esperti, il petto di pollo e il roast beef così come il manzo tritato. Tra i secondi più indicati anche l’albume d’uovo e il pesce fresco cotto senza grassi. Infine le verdure: eliminate la cipolla cruda, il purè di patate, le patate fritte e i pomodori, mentre ok per carote, cavoli, piselli e broccoli, fagiolini e patate al forno.

Comments

comments

Vuoi ricevere gratuitamente gli articoli di questo sito nella tua email?:

Delivered by FeedBurner

About Author:

seo e blogger per passione