La gravidanza extrauterina si manifesta quando l’ovulo fecondato nell’ovaia o nella tuba non riesce a prendere la sua sede naturale e quindi a scendere nell’utero dove ha la possibilità di impiantarsi e crescere in sicurezza. Questo avvenimento deve succedere poche ore dopo il concepimento. Se l’ovulo rimane all’interno della tuba o dell’ovaia, allora si parla, appunto, di gravidanza extrauterina. Questa particolare condizione dell’ovulo può portare a gravi infezioni e dolori forti. Molto spesso le donne si Accorgono di questa condizione perché una volta fatto il test di gravidanza, anche quello di farmacia, si recano dal ginecologo che con una visita e magari una ecografia, è in grado di dire se si tratta di una normale gravidanza.

Nel caso che non lo fosse, ma si fosse in presenza di una gravidanza extrauterina, allora il medico proporrà o un raschiamento chirurgico, o una cura antibiotica. La cura medicinale permette di scongiurare i problemi legati alla gravidanza extrauterina solo se è stata scoperta per tempo e si trova nella tuba da pochi giorni. Più passa il tempo e più difficile sarà evitare l’intervento. In particolare trascorse le 6 settimane sarà molto difficile evitarlo e si dovrà ricorrere, nei casi più gravi, all’asportazione della tuba o dell’ovaia interessata.

Comments

comments


arianna calvanese

seo e blogger per passione