In gravidanza, è assolutamente possibile coniugare le proprie convinzioni etiche con il buon senso. Per questo, se la futura mamma è vegetariana, ciò non significa che priverà  il bimbo che cresce dentro di lei di quei nutrienti necessari per il suo sviluppo ottimale.

Durante la gestazione, una dieta vegetariana bilanciata deve necessariamente comprendere molta frutta, ma anche parecchia verdura e tanti cereali. Per fare scorta di proteine, sulla tavola della futura mamma ogni giorno non dovrebbero mai mancare i formaggi, i legumi, le noci, come pure le uova e i cereali. Sarebbe opportuno combinare, per esempio, i cereali, come il grano e il riso, con i legumi (lenticchie, fagioli e piselli). Non va tuttavia trascurato il fabbisogno di ferro, di fondamentale importanza per la salute della futura mamma. È bene ricordare che questo prezioso elemento non è presente solo nella carne, però occorre sottolineare che non sempre il ferro viene facilmente assorbito. Sarebbe opportuno cercare di creare ogni giorno degli abbinamenti che prevedano alimenti ricchi di vitamina C, con cibi ricchi di ferro, per favorire un migliore assorbimento di quest’ultimo da parte dell’organismo.

Comments

comments


arianna calvanese

seo e blogger per passione