La pubertà è un fenomeno che si anticipa sempre di più con il passare del tempo.
Con la scala di Tanner si misura la pubertà, che nei maschietti avviene con la crescita dei testicoli di 3 centimetri.
Oggi i bambini e le bambine si sviluppano fra in 7 ed 8 anni.
Gli ftalati ed altre sostanze contenute nella plastica e non solo, agiscono sugli ormoni anticipando la pubertà e rendendo fertili bambini e bambine ancora non psicologicamente pronti per la maturità e per la riproduzione sessuale.
Oltre a ciò, anche l’alimentazione ha un ruolo fondamentale in questo processo.
Ad esempio i massicci dosaggi di ormoni, dati abitualmente agli animali, (e assunti indirettamente anche da noi) anticipano cospicuamente la pubertà sia maschile che femminile.
Per questo motivo bisognerebbe mangiare il più possibile carne comprata da allevatori fidati, che non utilizzano ormoni per far crescere più rapidamente i loro animali.
Perché, come abbiamo visto, questi ormoni indirettamente li ingeriamo anche noi ed i nostri figli e tutto questo altera il nostro ciclo naturale.
Quindi, ancora una volta, attenzione a cosa c’è sulle vostre tavole.
Detto questo, nella maggior parte dei casi, la pubertà anticipata non dovrebbe causare problemi dal punto di vista fisico.
Come ho detto, il vero problema riguardante la pubertà anticipata è più psicologico che fisico.
E’ difficile trovare il modo giusto per far gestire adeguatamente al proprio figlio o alla propria figlia impulsi sessuali, che arrivano decisamente troppo presto…

Comments

comments


arianna calvanese

seo e blogger per passione