Disturbo bipolare cura farmacologica

Qual’è la migliore cura farmacologica per il disturbo bipolare?

disturbo bipolare cura farmacologica

Il disturbo bipolare insorge non solo in eta’ adulta, ma la prima manifestazione può’ anche presentarsi in tenera eta’, nel periodo della fanciullezza o dell’adolescenza, attraverso manifestazioni di varia entità che vedono alternarsi di momenti di totale sovra eccitamento a momenti di completo offuscamento delle proprie capacità percettive di visione del mondo e di se stessi, che possono sfociare in vere e proprie forme di depressione. Il disturbo bipolare non può’ essere trascurato e richiede di essere trattato con adeguati interventi. Tra le terapie più’ diffuse vi sono quelle farmacologiche che necessitano di una certa continuità. Gli scopi della terapia farmacologica sono quelli di ridurre il numero delle volte in cui si presentano le singole manifestazione del disturbo, la loro gravità, le eventuali conseguenza oltre che quello di curarne i sintomi. Ma la semplice terapia farmacologica non e’ considerata sufficiente, e’ dunque necessario affiancarla ad altre tipologie di terapie, come la psicoterapia e il cambiamento del proprio stile di vita. Tra i principali farmaci utilizzati ritroviamo il litio, come stabilizzatore dell’umore, per il controllo soprattutto di episodi di mania e depressione, anche se l’effetto puo’ rilevarsi dopo qualche giorno di somministrazione. Il litio come un po’ tutti i farmaci possono avere delle controindicazioni, come: nausea, diarrea, disturbi del sonno, aumento del peso corporeo, difficoltà a memorizzare o a prestare attenzione. Ovviamente come tutti i farmaci e’ neccessario rispettare le prescrizioni del medico in merito al disagio non solo nell’assunzione di quantità’ maggiori ma anche inferiori del farmaco.

Ecco le terapie farmacologiche più utilizzate per combattere il disturbo bipolare

Gli anticonvulsivanti, utilizzati soprattutto per coloro che soffrivano di disturbi epilettici, oggi considerati utili nel disturbo bipolare per stabilizzare gli sbalzi d’umore.

Acido valproico (Depakote e il Depakin), utilizzato soprattutto nei pazienti con particolare sensibilità al litio.

Gli antidepressivi: che sempre piu’ spesso vengono usati anche per il trattamento del disturbo bipolare, nonostante molti medici sostengono che gli antidepressivi non sono dei farmaci adeguati per la cura ed il trattamento di questo tipo di disturbo, e che andrebbero utilizzati in maniera piu’ moderata, portando in alcuni casi anche ulteriori disturbi, facendo emergere in soggetti con disturbo bipolare anche eventuali episodi di mania o addirittura aumentarli, richiedendo cosi’ la somministrazioni di altri farmaci che regolano l’umore.

Lamictal (lamotrigina); Seroquel (quetiapina); Zyprexa (olanzapina) ; Symbyax (combinazione tra olanzapina e antidepressivo fluoxetina), anche questi utilizzati come stabilizzatori dell’umore, laddove permangono i sintomi depressivi.

Antipsicotici, i quali possono essere utilizzati nell’immediato, nel caso di insorgenza dell’episodio di mania o depressione, spesso somministrati con altri stabilizzatori dell’umore.

 

 

Comments

comments

scorpi come dimagrire velocemente senza fatica

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

About Author:

seo e blogger per passione