Il disturbo bipolare nelle persone anziane.

Il disturbo bipolare nelle persone anziane viene spesso confuso con la demenza senile.

il disturbo bipolare negli anziani
il disturbo bipolare negli anziani

Il disturbo bipolare e’ una malattia che può’ insorgere anche in tarda età, legata probabilmente a danni celebrali, ma che spesso viene diagnosticata erroneamente come demenza. Questo porta gravi danni soprattutto in merito all’inadeguatezza della terapia somministrata che può’ portare conseguenze anche psicologiche e peggiorare la situazione fisica e mentale del paziente, in quanto lo stesso possiede una capacità intellettiva ben funzionante. La terapia errata può’ quindi portare conseguenze drammatiche che incidono sulla vita della persona anziana con stress psico fisici importanti che possono causare anche infarti, ictus, traumi, incidenti, fino all’autolesionismo. L’elemento essenziale per una persona anziana o comunque in generale per chi e’ affetto dal disturbo bipolare e’: oltre che una adeguata terapia; anche l’attenzione che si presta al paziente soprattutto da chi e’ quotidianamente a contatto con la persona affetta da questo tipo di malattia, personale medico ma soprattutto famigliari e persone vicine, in quanto il disturbo bipolare può’ tendere a modificarsi molto velocemente, richiedendo un tempestivo intervento attraverso una variazione della terapia farmacologia somministrata fino ad allora. L’attenzione va posta in particolare ai momenti in cui la malattia si manifesta nella fase di tipo mista, cioè’ l’alternarsi di episodi di “mania”, caratterizzata da momenti di eccessiva euforia o rabbia, e episodi di “depressione”, in cui il paziente assume atteggiamenti di completa’ passività’, parla poco, mangia poco, non risponde agli stimoli ambientali. Oltre alle terapie farmacologiche, i soggetti che necessitano di cure continuative e di ricoveri più’ o meno lunghi, che siano anziane o no, vengono seguiti accuratamente da equipe specializzate, composte da varie figure professionali, come: medici psichiatri, assistenti sociali, psicologi, i quali si occupano della condizione di assistenza medico-sanitaria del paziente, oltre che della continuità’ territoriale delle cure , e cioè’ al rientro a casa del soggetto, anche attraverso l’attivazione di gruppi di sostegno a favore del paziente stesso e dei famigliari. Esistono quindi grandi differenziazioni in merito all’età’ anagrafica di insorgenza del disturbo bipolare, e alle sue cause. Ovviamente l’anziano che già’ e’ a conoscenza del fatto che ci siano grosse possibilità’ di insorgenza della malattia, ha sicuramente avuto maggior tempo per prepararsi a tale eventualità’ considerando a fondo anche le possibilità’ di intervento, e ponendo in essere azioni volte a ridurne le possibilità’, accettando quindi la condizione di malattia e invecchiamento. Mentre vi sono coloro i quali hanno delle reazioni di panico e depressione nel momento in cui si accorgono di avere i primi segni di invecchiamento o di malessere, tendendo anche a minimizzare o nascondere ai propri cari manifestazioni della possibile malattia, portando inevitabilmente al suo peggioramento.

Comments

comments

scorpi come dimagrire velocemente senza fatica

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

About Author:

seo e blogger per passione