Palpebre gonfie rimedi e cure naturali

palpebre gonfie. Le cause più comuni

Le palpebre gonfie possono essere tali per vari motivi: punture di insetti, orzaiolo o problemi renali.

Se le vostre palpebre sono gonfie a causa di una puntura di insetto, questa vi provocherà molto prurito e sulla palpebra vi uscirà una specie di brufolo.

L’orzaiolo non è altro che un’infezione batterica, generalmente è molto doloroso ed impedisce di aprire bene l’occhio in questione.

Attenzione però le palpebre gonfie possono anche essere indice di problemi renali. Per questo motivo, se le palpebre non si sgonfiano entro 10 giorni è opportuno chiamare il proprio medico curante.

I migliori rimedi naturali per le palpebre gonfie

Tra le cure naturali più efficaci per il gonfiore delle palpebre non posso non menzionare gli impacchi di camomilla fredda.

Per eseguirli basta semplicemente far bollire l’acqua, inserire al suo interno una bustina di camomilla in filtro aspettare che questo si raffreddi e porlo sulla zona interessata.

Fra i rimedi naturali per le palpebre gonfie c’è anche l’usanza di tagliare mezza patata cruda e di metterla sulla palpebra.

Sia la camomilla che la patata cruda hanno un forte effetto lenitivo ed ani-infiammatorio.

Invece mia nonna in caso di orzaiolo usa l’oro: si mette la fede sulla palpebra e puntualmente le passa tutto.

Dieta per le palpebre gonfie

Poiché questa patologia è causata da un’infiammazione o da un problema ai reni, quando si manifesta è opportuno seguire una dieta alimentare a base di:patate, riso, finocchi, insalate, pesce, mele, ananas e melone.

Questi alimenti aiutano le funzioni renali e combattono l’infiammazione.

Invece, da evitare sono le carni rosse e quelle ad alto contenuto di glutine.

Lo so che avere gli occhi gonfi è molto fastidioso o doloroso ma a meno che non si tratti di problemi renali potete stare tranquilli: il tutto dura al massimo per una settimana.

In commercio ci sono anche diverse pomate antibiotiche ma prima di usarle vi consiglio di consultare il medico.

 

 

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>