Menta piperita proprietà

se ti piace condividilo...

menta peperita proprietà

Salutare non solo dal punto di vista alimentare ma anche per il benessere fisico e mentale, la menta si presta sia come aroma naturale, oltre all’uso che se ne fa in cucina, sia per combattere alcuni sintomi legati allo stress, mal di viaggio, bruciori di stomaco e  mal di gola.

La più conosciuta è la menta piperita, fortemente aromatica; la sua pianta (facente parte della famiglia delle Labiate) è alta fino a mezzo metro e presenta foglie lanceolate ricoperte da una specie di peluria di colore verde brillante. La pianta ha origini inglesi e venne importata a Torino nella prima metà dell’800. Molte sono le tipologie di menta (da quella acquatica, arvensis, pulegium, spicata), la più diffusa è la menta piperita maggiormente conosciuta per la produzione di oli essenziali e di maggior pregio come il mentolo. Notevoli sono infatti le proprietà terapeutiche associate a questa sostanza, utilizzata soprattutto in aromaterapia. Un bagno rilassante si ottiene versando nell’acqua della vasca qualche goccia di olio di menta, fiori di lavanda, rosmarino, timo che dona non solo un effetto calmante ma anche stimolante per la propria pelle e per i muscoli.

Il mentolo è utilizzato anche per calmare i tessuti muscolari dell’apparato digerente ed è efficace per combattere i bruciori di stomaco, coliche intestinali e flatulenze; i flavonoidi in esso contenuti stimolano il fegato e la cistifellea incrementando la secrezione della bile. Nei dolori gastrointestinali molto forti la stessa azione calmante si sviluppa con 1-2cg di morfina.

Le proprietà sedative della menta la rendono un ottimo rimedio contro i mal di viaggio. Per chi soffre di chinetosi è opportuno tenere a portata di mano un flaconcino di essenza di menta da annusare quando si avverte il malessere (nausea, vomito) oppure applicarlo in piccolissime dosi sotto le narici; il suo profumo fresco e penetrante fa sentire subito meglio. Non solo, oltre all’assunzione tradizionale con acqua calda, zucchero e miele, gli oli essenziali di menta possono essere direttamente inalati versando qualche goccia su un fazzoletto durante il viaggio (sono consigliabili anche quelli a base di sandalo e mandarino).

La menta è utilizzata anche per regolare ciclo e flusso mestruale e per calmare i dolori. Combatte i fenomeni dell’alitosi e, per le sue proprietà antisettiche e antinfiammatorie, è ideale per curare stomatiti e afte. È altresì un’ottima alleata contro eczemi, dermatiti, scabbia, ulcere, herpes e punture di insetti o zanzare.

Secondo la mitologia greca, il nome Menta deriva da quello della ninfa Minte, amata da Plutone e, per gelosia, trasformata da Proserpina, sua rivale, in una pianta costretta a crescere in prossimità delle acque. La menta cresce in terreni freschi e ombrosi ed ha origini antichissime, Ippocrate e Aristotele la consideravano afrodisiaca ritenendola utile nei “giochi d’amore”, Marziale la raccomandava contro gli spasmi e i gas intestinali, Plinio affermava che il suo odore risvegliava lo spirito e il sapore eccitava l’appetito e lo stomaco. Anche nell’Antico Testamento viene citata come essenza utilizzata per profumare le mense e lo spirito.

La menta è frequentemente usata in cucina, ovvero la sua essenza permette di preparare bevande e prodotti dolciari, ma è anche usata per insaporire verdure e legumi (patate e piselli soprattutto) ma anche per rendere più aromatiche le insalate fresche miste o di cetrioli. È preferibile acquistarla in vasetti per poterla cogliere sempre fresca ma è possibile trovarla anche già essiccata e in infuso. Ottime sono le tisane e il the alla menta che, in molti paesi nordafricani e mediorientali, è servito come bevanda di amicizia e di ospitalità invece che del caffè. Gli infusi preparati con questa erba aromatica sono utili per combattere nevralgie, sciatiche, depressioni, vertigini ecc. Il modo più semplice ed efficace è quello di predisporre un pizzico di foglie essiccate per tazza lasciandole in acqua bollente per cinque minuti.

Le foglie di menta hanno un effetto astringente, purificano e combattono l’irritazione del colon, per questo motivo sono impiegate nella preparazione di maschere di bellezza.