L’estate è per molti il tempo delle vacanze al mare.

È risaputo, sin dall’antichità, che il mare ha degli effetti benefici per la salute.

L’esposizione al sole determina un miglior apporto di calcio alle ossa, ma stimola anche la produzione della serotonina, responsabile del nostro buonumore.

La sabbia poi, rilasciando il calore lentamente, ha un effetto decontratturante sulla muscolatura, benefico per chi ha problemi di artrosi e reumatismi.

Anche una semplice passeggiata in riva al mare ha effetti tonificanti e drenanti.

La brezza marina poi è uno spray benefico per il sistema respiratorio e per la pelle che nutre ed idrata in profondità.

Le alghe del mare, inoltre, hanno sulla pelle effetti benefici già ampiamente sperimentati in cosmesi.

Particolare benessere però lo dona l’acqua del mare, così ricca di elementi presenti nel nostro organismo, di vitamine e di microorganismi che rilasciano sostanze antivirali, antibatteriche e ormonali.

I minerali presenti nell’acqua marina sono un toccasana per la pelle sia per curare malattie come la dermatite, l’acne, la psoriasi e le ferite che non si guariscono facilmente, sia per ritardare l’invecchiamento della pelle.

L’acqua marina contiene calcio, fosforo, potassio, magnesio, rame, zinco, fluoro, silicio nonché vitamine e amminoacidi.

Importantissimo componente dell’acqua marina è lo iodio che permette un migliore funzionamento della tiroide e contribuisce a curarne le disfunzioni.

Il cloruro di sodio ha invece il potere di detergere il nostro apparato respiratorio e, il sale inalato, ha un’azione battericida utile per la cura di malattie respiratorie come le sinusiti e le bronchiti.

Bisogna però fare attenzione a molti fattori quando si va al mare, per esempio a non esporsi ai raggi ultravioletti e a proteggere la pelle dalle scottature.

Occorre fare attenzione anche alle eventuali impurità che possono essere presenti nell’acqua o nella sabbia delle spiagge più affollate.

Per questa ragione nascono i centri thalassoterapici che sfruttano i poteri benefici del mare, garantendo però anche l’eliminazione di ogni impurità dell’acqua o della sabbia.

Per i poteri benefici del sale marino, si sta poi diffondendo nei centri benessere la stanza di sale in cui vengono nebulizzate particelle di sale da uno speciale apparecchio.

Già nell’800 si era notato infatti che i minatori polacchi delle miniere di salgemma godevano di buone condizioni di salute rispetto al duro lavoro che facevano e alle scarse condizioni d’aria che si trovavano nelle profondità delle miniere.

Il sale, usato nell’haloterapia, è stato quindi scoperto davvero molto utile per la salute delle vie respiratorie.

Comments

comments


arianna calvanese

seo e blogger per passione