Cari amici o amiche ricce,

oggi mi rivolgo soltanto a voi che da anni lottate quotidianamente con i vostri ricci e con il crespo che non vuole proprio sapere di abbandonare i vostri capelli.

Io ho avuto la sfiga di nascere in una famiglia in cui hanno tutti i capelli lisci tranne me.

Non avete idea quanto mi da fastidio quando qualcuno puntualmente esclama: “e tu da dove sei uscita con questi capelli?”.

Mia mamma affettuosamente dice che sono figlia di una relazione illegittima con Maradona….

Per anni sono andata costantemente dal parrucchiere per stirarmi i capelli, perché (anche per colpa degli altri) riccia non riuscivo proprio a guardarmi allo specchio.

Eppure, pensate un po’ che l’80% degli uomini mi preferisce riccia.

Le donne, come al solito, devono sempre rompere le bip.

Eppure, per quanto ognuno di noi cerchi di negarlo, il giudizio degli altri ha un forte impatto su di noi.

Comunque sia, da qualche anno a questa parte avevo imparato a convivere con la mia folta criniera.

Fino a quando, sotto casa dei miei ho incontrato un’amica di infanzia (riccissima come me) completamente trasformata.

Aveva i capelli lisci e affatto crespi.

Ma non solo, l’incredibile massa dei suoi capelli (normalmente sembra che abbia due teste) si era notevolmente ridotta.

Esterrefatta  le ho chiesto spiegazioni a riguardo e lei mi ha detto di essersi sottoposta al trattamento brasiliano per i capelli.

Per sottoporre i suoi capelli al trattamento brasiliano, ha dovuto trascorrere un paio d’ore dal parrucchiere ed ha pagato il tutto 80 euro.

Però ha detto che, in seguito al trattamento brasiliano, ogni volta che si fa lo shampoo perde pezzi di pelle dalla cute.

Ora, io non sono ne un medico ne un parrucchiere, ma non mi sembra che perdere pezzi di pelle dalla testa sia una cosa salutare.

Invece, a livello estetico è fantastico: la mia amica esce dalla doccia, si asciuga i capelli al naturale (senza particolari macchinazioni) e le escono i capelli perfetti (proprio come se fosse andata dal parrucchiere).

Il problema è che il trattamento brasiliano per i capelli dura dai 3 ai 4 mesi, al termine dei quali bisogna sottoporsi nuovamente al trattamento.

Devo ammettere che sono molto tentata dal trattamento brasiliano, anche se lo temo perché credo che sia troppo aggressivo.

Qualche anno fa, ho sottoposto i miei capelli ad un trattamento simile e loro, per tutta risposta, puzzavano costantemente di bruciato.

Poi quando si è cominciata a vedere la ricrescita dei capelli era un casino: avevo mezza testa liscia e mezza riccia.

A quanto mi dice la mia amica, il trattamento brasiliano per capelli non dovrebbe puzzare ma non credo che sia molto salutare.

I trattamenti drastici per cambiare la natura delle cose non sono mai cosa buona.

Credo che, invece di sottoporre i miei capelli ad uno stress simile, mi ridurrò ad una messa in piega di tanto in tanto.

Per ora, ho risolto tagliandomi i capelli fino alle spalle.

In questo periodo li porto cosi: ricci e selvaggi come la mia anima, poi si vedrà…

Comments

comments


arianna calvanese

seo e blogger per passione