La moxibustione è una terapia adoperata per curare dolori articolari e patologie da raffreddamento.

L’uso del calore a scopo curativo o per alleviare il dolore è una pratica molto antica della medicina cinese.

moxibustione deriva dalla trasposizione degli ideogrammi cinesi Jiu fa, che indicano il bruciare dell’erba legato a questo trattamento.

La moxibustione opera attraverso il calore prodotto da specifici coni o sigari (Arthemisia vulgaris) che vengono bruciati su determinate zone del corpo, sovrastanti i canali energetici.

Nella moxibustione l’effetto benefico del calore si propaga dalla pelle ai meridiani, fino a raggiungere le strutture ossee e gli organi interni correlati.

Durante il trattamento il terapeuta forma un cono compatto di lana di artemisia, lo colloca sul punto da trattare, lo accende e lo toglie poco prima che possa bruciare la pelle.

Di solito, la moxibustione di un singolo punto dura dai 3 ai 5 minuti.

Questa terapia sembra davvero molto efficace, l’unica cosa che mi chiedo e se sottoponendosi alla moxibustione non c’è il rischio di provare un po’ di dolore fisico.

Non so se avrei il coraggio di farmi mettere dei coni incandescenti addosso….

Voi che ne pensate?

Comments

comments


arianna calvanese

seo e blogger per passione