Avete mai pensato che assumere un po’ di frutta potesse fare un vero miracolo e finalmente aiutarvi a perdere peso, contrastando la vostra amata cellulite, oltre che dormire meglio? Diciamo che non è proprio così semplice, ma sembra che questi frutti, le bacche di goji, siano davvero una grande scoperta. Ricchi d’infinite proprietà, una novità assoluta che sta avendo un grande successo in tutto il mondo. Sono spesso affiancati ai mirtilli, more e lamponi, come sapore richiamano perfettamente questi frutti. L’aspetto invece è differente, in commercio si trovano per lo più in classiche buste di plastica, venduti essiccati, come fossero dei pomodorini. In realtà è un frutto che nonostante nasca nel lontano Tibet ad altitudini elevate, anche fino ai 3000 metri di altezza, oggi coltivato persino in Italia ed Europa. Non solo, è possibile piantarlo nel proprio giardino, l’unico modo probabilmente per gustarlo fresco. Nei supermercati lo potete anche trovate sotto forma di succo.

Veniamo però alla parte che interessa di più, cosa rende questi minuscoli frutti così ricercati e famosi? Le bacche di goji sono una rivoluzione in campo salutistico e alimentare. In Asia conosciuti infatti come i frutti della salute e della longevità. Sarà vero che allunghino la vita? Gli esperti sostengono che grazie alle loro incredibili proprietà, l’assunzione quotidiana delle bacche di goji, garantiscano all’ organismo tantissima energia e non solo. Un apporto di aminoacidi, vitamine, sali minerali, tra cui magnesio, potassio, silicio e germanio e antiossidanti, difficili da assumere in quotidianamente. Contribuiscono a contrastare l’invecchiamento, mantenendo la pelle giovane ed elastica. Proteggono le vene, contrastano la fragilità capillare, favorendo la circolazione oltre a possedere una forte azione diuretica. Aiutano sia il sistema sanguigno che linfatico, in particolare quella rete di vasi capillari che drena il ristagno di liquidi e tossine, aiutando a contrastare la cellulite e prevenendola. Per approfondimenti sui poteri benefici della frutta potete consultare il sito iodonna.it

Non solo, le bacche di goji riducono il senso di fame e aiutano il metabolismo, quindi possono favorire la perdita di peso, regolarizzando il colesterolo e zucchero nel sangue. Infatti, sono spesso consigliati nelle diete, proprio perché povere di calorie. Questo non significa che dimagrirete in un batti baleno solo mangiando qualche bacca al giorno. Chiaramente è importante seguire un’alimentazione equilibrata e fare tanta attività fisica, solo così potrete avere dei risultati veri. A tutto questo aggiungere le bacche di goji, ottimo modo per aiutarvi ad avere tutte le vitamine che vi servono e le energie che potrebbero mancare soprattutto se state seguendo una dieta.

Nel caso pensiate sia finita siete in errore, in quanto questi frutti hanno il potere di aiutare il sistema immunitario, oltre alle loro proprietà antinfiammatorie, consentono di prevenire tumori e malattie. Gli ultimi studi rivelano anche l’importanza che hanno nel miglioramento della vista.

Questo frutto possiede inoltre dei nutrimenti consideranti molto importanti nella prevenzione della depressione. Come calcio, l’acido folico e il ferro, anche in questo caso chi li assume regolarmente può contribuire a migliorare umore e la propria qualità di vita. La natura di questo frutto agevola il senso di serenità, rilassamento e di conseguenza il sonno, con livelli di energia superiori. Utilizzate in Asia come rimedio contro disturbi emotivi, ansia e insonnia.

Le bacche di goji possono essere assunte come spuntino, il suggerimento degli esperti è quello d’ingerirle a stomaco vuoto, favorendone l’assorbimento. Almeno 30g al giorno, l’unica controindicazione è per coloro che assumono farmaci contro la coagulazione del sangue, in gravidanza e allattamento. Prima di tutto risulta essere un frutto potenzialmente allergizzante, inoltre è meglio evitarne l’assunzione in questi casi, in quanto non vi sono degli studi che possano provare gli effetti e la tossicità sul feto.

beautiful pregnant woman

Infine per i bambini, meglio evitare in caso di età inferiore ai tre anni, da li in poi la somministrazione deve essere dimezzata, ma non è assolutamente sconsigliata. Anzi ottimo per il rafforzamento del sistema immunitario, per la vista, per le sue proprietà antinfiammatorie, antimicrobiche e per l’assunzione di tantissime vitamine normalmente contenute in frutta e verdura.

Comments

comments