Sulla superficie terrestre arriva solo una parte delle diverse radiazioni generate dal sole,  sicuramente arrivano  i raggi ultravioletti UVA e UVB.

Le radiazioni più pericolose sono fermate dall’ozono e, per fortuna e nonostante l’inquinamento, non raggiungono la Terra.

Sicuramente, invece,  i raggi ultravioletti UVB e quelli UVA raggiungono il nostro pianeta ed entrano nella nostra pelle quando ci esponiamo al sole.

Fino a pochi anni fa le protezioni solari contenevano solamente filtri UVB ma grazie a nuovi studi sulla pericolosità dei raggi UVA, si è cominciato a proteggere la nostra pelle anche da questi ultimi.

Rispetto ai raggi UVB, che sono responsabili di danni immediati tipici da esposizione solare, quali eritemi e scottature, i raggi UVA sono molto più pericolosi, nonostante siano meno carichi di energia rispetto ai primi: possono provocare sia la formazione dei tumori che l’acuirsi dell’invecchiamento cutaneo.

I raggi UVB si concentrano durante il periodo estivo e soprattutto nella fascia oraria che va dalle 11 della mattina alle 16, mentre i raggi UVA sono costanti nell’arco di tutto l’anno e superano di 50 volte la quantità dei raggi UVB.

Inoltre, i raggi UVA stimolano la riattivazione della melanina preesistente, formatasi nelle esposizioni precedenti, mentre i raggi UVB stimolano la formazioni di nuova melanina, che garantisce un grado di protezione maggiore rispetto a quella riattivata.

Altre due differenze da non sottovalutare che danno l’idea della maggiore pericolosità dei raggi UVA rispetto a quelli UVB sono la facilità di penetrazione nella pelle dei primi rispetto ai secondi, che permette ai raggi UVA di arrivare fino al derma ed il fatto che i raggi UVB vengono schermati dal vetro, rispetto ai raggi UVA, che riescono ad attraversarlo.

In commercio esistono numerosi filtri anche economici che però sono meno stabili chimicamente e possono dare origine a sostanze potenzialmente dannose per la nostra pelle.

Pertanto consiglio di acquistare un cosmetico solare di qualità per prevenire alcune patologie cutanee causate dall’esposizione della nostra pelle ai raggi solari.

Comments

comments


arianna calvanese

seo e blogger per passione